Category

Ruffer è l’ultima istituzione a mettere grandi verdoni in Bitcoin

Ruffer Investment Management – un gestore di fondi con sede nel Regno Unito – ha una piccola scommessa in corso su bitcoin. L’azienda ha notato come la valuta sia diventata stellare negli ultimi tempi, e ha trovato un modo divertente e unico di incassare l’azione. I dirigenti hanno piazzato una scommessa del valore di circa 550 milioni di sterline su Bitcoin System al momento della scrittura, in quanto ritengono che l’asset sia in grado di colpire alcuni accordi importanti nelle prossime settimane e nei prossimi mesi.

La direzione di Ruffer vede Bitcoin come un serio concorrente
Nella sua forma attuale, l’azienda gestisce più di 27 miliardi di dollari in attività assortite e vanta più di 6.500 clienti. Un portavoce dell’azienda sostiene che la scommessa è stata fatta attraverso una terza parte, e rappresenta quasi il tre per cento del patrimonio dell’azienda. Il portavoce afferma che la scommessa „agisce come una copertura per alcuni dei rischi che vediamo in un sistema monetario fragile e in mercati finanziari distorti“.

L’idea di molti attori istituzionali è che il bitcoin sia diventato uno strumento di copertura negli ultimi mesi. Molti individui e molte imprese hanno preso atto del dollaro statunitense e di altre forme di fiat, molte delle quali sono cadute vittime dell’inflazione e di altre dure circostanze economiche che hanno danneggiato o fatto scendere i loro valori totali.

Naturalmente, le persone cominciano a cercare alternative per il timore che il loro denaro possa non essere sicuro nell’economia attuale. Pertanto, il bitcoin rappresenta un modo importante per rimanere a galla durante i periodi di difficoltà monetarie. È stato più volte paragonato all’oro, e molte aziende vedono ora la moneta digitale numero uno al mondo non solo come un bene speculativo, ma come un deposito di valore e come una sorta di valido „porto sicuro“.

Ruffer si unisce a una lunga lista di grandi aziende – tra cui MicroStrategy, Square e Stone Ridge – per investire una buona parte del loro denaro di investimento generale nella criptovaluta. Al momento in cui scriviamo, la valuta è cresciuta ben oltre i 20.000 dollari, ed è aumentata del 170 per cento dall’inizio dell’anno. In un comunicato, Ruffer ha descritto la scommessa come segue:

La consideriamo una piccola ma potente polizza assicurativa contro la continua svalutazione delle principali valute mondiali.

Mantenere la propria ricchezza al sicuro

Finora quest’anno, molti grandi trader come Paul Tudor Jones si sono fatti avanti per elogiare il bitcoin e dire ai loro seguaci che se vogliono avere versatilità e forza nella loro ricchezza, i giorni di evitare il bitcoin e il cripto dovrebbero essere finiti. Ora sostengono che, affinché un portafoglio rimanga forte e resistente, il bitcoin deve essere incluso.

Molte società di custodia e di brokeraggio – come la giapponese Nomura Holdings e Fidelity Investments – hanno ora iniziato ad offrire ai loro clienti la possibilità di mettere le mani sulle valute criptate e di introdurle in questo nuovo mondo del trading.